martedì 24 dicembre 2013

Fantasia di involtini di pollo

Buongiorno a tutte!
Purtroppo a causa del lavoro, non sono riuscita ad aggiornare il blog come si deve, ma mi farò perdonare!
Oggi vi presento una ricetta facilissima e velocissima perfetta come secondo piatto, potete ovviamente mettere dentro ciò che volete!

Ingredienti:
  • 8 fette di petto di pollo, sottili e senza grasso.
  • 2 fette di speck.
  • 4 fette di pancetta.
  • Scaglie di parmigiano.
  • Prezzemolo.
  • 1/2 bicchiere di vino.
  • 3 cucchiai di olio.
  • 1 spicchio d'aglio.
  • Sale, pepe e spezie a piacere.

Procedimento:
Prendiamo una fetta di pollo e la saliamo, pepiamo e usiamo spezie a piacere (io ho usato timo e rosmarino).
Su un lato del pollo mettiamo una fetta di speck, inseriamo il parmigiano e il prezzemolo, chiudiamo l'involtino con uno stuzzicadenti.
Ripetiamo questo passaggio con le fette di pancetta e le ultime due fette solo con il pollo.

Mettiamo a soffriggere in una padella olio e uno spicchio d'aglio e facciamo rosolare per bene il pollo.
Versiamo mezzo bicchiere di vino, e finiamo la cottura del pollo.

Il risultato è davvero sfizzioso e buonissimo!

lunedì 18 novembre 2013

Segnalibro natalizio

Oggi vi presento la mia ultima creazione: un segnalibro natalizio a punto croce. Il Babbo Natale "innamorato" (per via dei cuoricini) è stato foderato di un tessuto dorato e da una greca sempre dorata.
Che ne pensate?

martedì 12 novembre 2013

Mi hanno intervistata :)

Il Forum Shopping Follie, con cui collaboro dalla sua fondazione, ha una meravigliosa iniziativa, quella di scovare creative nel web e proporre un'intervista.
Questa volta è toccata a me.

Prima di farvi leggere l'intervista, vorrei scrivere due parole su questo forum:
E' nato da me e altre tre ragazze, ognuna di noi è completamente diversa dall'altra, ma avevamo l'idea ferma di creare un punto d'incontro tra utenti, per poter dedicarsi allo shopping on-line creando inserzioni di vendita gratuiti, swap, scambi e dritte su come comprare on-line in tutta sicurezza.

Se vi interessa l'idea dell'intervista, basta contattare una delle collaboratrici del forum :)



- Ciao Antonella, raccontaci un po' di te...

Ciao a tutte/i! Mi chiamo Antonella ho quasi 30 anni e sono laureata in Tecniche e cultura della moda, presso l'università di Rimini.

Vivo con un gatto malefico e il mio fidanzato in una casina nella sperduta provincia di Lodi.
Nel corso della mia vita (almeno fin'ora) ho cercato di fare sempre ciò che mi piace.
Ho una mente aperta a tutto ciò che è artistico e detesto tutto ciò che rientra nelle regole. La parola "Impossibile" non rientra nel mio vocabolario, e amo la frase "Si può fare".
Amo leggere, cucire, ricamare, cucinare dolci, viaggiare e scattare fotografie.
Amo il vintage e la musica anni '80.
Sono una persona molto caotica e ho sempre qualche idea che mi ronza in mente, infatti dormo con carta e penna vicino al letto.
Amo il profumo della pioggia e amo bere un tè con pasticcini e un film in bianco e nero.

- Guardando il tuo blog vedo che sei molto eclettica (cuci, realizzi oggetti all'uncinetto, cucini, fotografi...), ma tra tutte queste qual é la tua più grande passione?

Tutte. Mentre il cucito, ricamo ed uncinetto sono cose innate per me, la fotografia e la cucina sono passioni degli ultimi anni.

La fotografia mi permette di conoscere posti nuovi, di guardare con uno sguardo diverso dettagli del quotidiano che spesso ignoriamo.
La cucina è un modo meraviglioso per condividere momenti con i propri cari o organizzare una cena per conoscere nuove persone.
Con la cucina ho avuto serie difficoltà all'inizio. Non mi usciva assolutamente nulla e tutto era sempre carbonizzato
Solo grazie ai miei amici usati come cavie sono migliorata e adesso sperimento senza paura.
Il cucito e il ricamo invece sono due attività che dedico solo a me stessa ed è oltre un modo per rilassarmi anche un modo per sfidare di volta in volta le mie capacità.


908685_10200314377160928_1075070380_n


- Da cosa é nata la tua passione per il cucito e il ricamo?

Hai usato la parola esatta: nata.
Penso di esserci nata, mia madre, le mie zie, mia nonna, hanno sempre cucito e ricamato, io sono cresciuta con loro che mi insegnavano i loro segreti. Da bambina ad esempio io non compravo i vestiti alle Barbie li cucivo
Per me giocare con le bambole significava progettare e cucire un abito con gli scarti delle stoffe usate da mia madre e dalle mie zie.
Credo che aghi e forbici siano un prolungamento delle mie mani, non potrei pensare di vivere senza.


collane


- Uno di tuoi vestiti ha avuto la possibilità di essere indossato da una modella alle selezioni per miss Italia, immagino sia stata una grande soddisfazione personale, tu cosa hai provato quando hai visto il tuo abito sulla passerella?

Ad essere sincera non l'ho visto sfilare, ero dietro le quinte a preparare la modella.
Una sfilata è un momento di cinque minuti che ti da soddisfazione per giorni. Ma per me la vera soddisfazione è stata realizzare l'abito da zero, dal scegliere la stoffa, toccarla e immaginarsi che linea potrebbe avere, realizzare il cartamodello, tagliarla e cucire.
E anche quando qualcosa va storto, una volta messo sul manichino, sai che hai fatto un buon lavoro perchè ti manca il fiato.


IMG_0938


- Che consigli daresti a una ragazza che per la prima volta volesse approcciarsi al mondo del cucito?

Per prima cosa deve pensare che nulla è impossibile. Se lo immagini si può realizzare, magari con fatica, ma si puo'.
si trovano tantissimi giornali in edicola e sul web è pieno di diy o tutorial, basta solo impegnarsi e capire che nel mondo del cucito nulla si crea in tre minuti, spesso per un capo ci si mette anche mesi.
Pazienza ci vuole pazienza, impegno ed energia positiva sempre! Anche quando si scuce la stessa cucitura per 10 volte


934644_10200502772790701_1542200195_n


- I materiali sono molto costosi da reperire?

Dipende cosa si vuol fare. Le stoffe ovviamente costano. Si può avere la fortuna di andare nei mercatini e trovare gli scampoli o comprare stoffe firmate che costano anche 200€ al metro.
La reperibilità invece sta diventando difficile, noto che se prima c'erano 10 venditori ora con la crisi ne sopravvivono pochi ma con grandi difficoltà.
E' un peccato perchè questo è il Made in Italy che muore.


IMG_20120906_092724



- Cosa ne pensi della "nuova moda" del re-fashion?

Amo il re-fashion, penso che mia madre sia un esperta in materia, abbiamo sempre riutilizzato abiti che non usiamo ed rielaborati in qualcosa di nuovo. Ultimamente però mi sto dedicando anche nel riutilizzo di accessori come ad esempio vecchi stivali o borse.

sottobicchieri


- Realizzi anche progetti su commissione?

Si, se a qualcuno piace sono ben lieta di realizzare cose su commissioni. Anche se ammetto che preferisco sempre personalizzare ed evitare oggetti uguali in serie.
Invece trovo molto stimolante quando qualcuno mi propone cose nuove lo vedo come una sfida personale e mi piace mettermi sempre in discussione.


hph...581692939_n



Contatti:

Se volete potete seguirmi sul mio blog: www.follidee.com/



martedì 29 ottobre 2013

Torta salata

Oggi vi presento una ricetta veloce e gustosa.

E' una torta salata con speck, mozzarella secca e patate.
Per prima cosa prepariamo due patate, tagliamole a fettine di mezzo centimetro e le disponiamo su una padella con un filo d'olio, sale e rosmarino a fuoco medio.
Una volta che saranno ben rosolate da entrambe le parti, se volete potete aggiungere mezzo bicchiere d'acqua per velocizzare la cottura.
Una volta che sono cotte, prendete la mozzarella e lo speck e tagliate tutto a fettine.
Stendete la pasta sfoglia su una teglia (io uso quelle per le crostate) e disponete le patate, la mozzarella e lo speck come se fosse una lasagna.
Potete tagliare un pezzo di pasta sfoglia in eccesso per creare una specie di griglia da mettere sulla torta.
Infornate il tutto a 180° per 25 minuti.
Buon Appetito! 
 

giovedì 24 ottobre 2013

Scatola da te.

Tempo fa avevo comprato una bellissima scatola in legno per conservare il te.
Era perfetta già di suo, ma non per me.
Le mancava quel tocco di originalità e di mio personale da dare.
Ho trovato un ricamo bellissimo su un sito giapponese  ed ho capito che era perfetto per la mia scatola.
Il risultato è questo:
Oltre al ricamo, per ragioni logistiche ho attaccato il ricamo con un nastro sulla scatola di legno, e il fondo l'ho foderato con un tessuto in cotone stampato con i pasticcini.

Che ne dite?

Con questo ricamo, ho deciso di partecipare al concorso creativo del forum Shopping Follie, che mette in palio interessanti premi.

domenica 20 ottobre 2013

Nuovo abito e 15 blog a scelta!

Buona domenica a tutte/i! 
Oggi vi parlerò del mio nuovo progetto. 
Sto realizzando un abito in tartan molto particolare.
E' un modello anni '50, gonna ampia, corpetto con dettagli in pizzo e una baschina molto particolare.



Oggi finalmente ho imbastito il corpetto:



A presto vi mostrerò i prossimi dettagli.

Voglio anche ringraziare Creationyume per avermi premiato! Grazie davvero!!!!

Per ritirare il premio bisogna: Ringraziare il donatore, pubblicare il logo, elencare 7 cose di me e premiare a mia volta 15 blog.

7 cose di me:

1) Amo l'inverno, il freddo, le coperte, tutto ciò che da calore.
2) Amo guardare vecchi film.
3) Mi rilasso ricamando.
4) Amo viaggiare e stare in mezzo alla natura.
5) Non mi piace fare le cose in serie.
6) Non mi piace guidare, è una delle cose che detesto più al mondo.
7) Mangio tantissimo. Specie dolci e salato... per fortuna che non ingrasso! 


Ed ecco i 15 blog che premio:
10) La Flò


martedì 15 ottobre 2013

Linky Party

Ieri girando per i vari blog ho scoperto un uniziativa molto interessante: i linky party.
Cosa sono? Sono dei blog che mettono a disposizione uno spazio per far conoscere il proprio blog nell'infinita rete del web.
Ciò che bisogna fare è a grandi linee uguali per tutte, iscriversi, lasciare un commento e seguire tre blog della lista, e così si crea un passaparola, e nuovi follower.

Io vi dico a quali sto partecipando:
Sul Blog di Calendula e Camomilla scade il 31 Ottobre.
Trovate i dettagli qui: http://calendulaecamomilla.blogspot.it/2013/10/october-linky-party-fai-conoscere-il.html
Su http://lastquarter85.blogspot.it/2013/09/full-moon-link-party.html le regole sono uguali e scade il 3 Dicembre 2013.



Partecipate che si conoscono tante creative :) 

venerdì 11 ottobre 2013

Crostata con crema alla cioccolata

Con l'arrivo dell'autunno avevo voglia di un dolce per inaugurare la nuova stagione.
Da molto tempo volevo sperimentare la crostata. 
Sembrerà strano ma non avevo mai provato a fare una crostata.
Ieri ho avuto l'illuminazione ed ho iniziato a controllare gli ingredienti che avevo in casa.
Ovviamente non avevo il necessario, ed ho iniziato a modificare la ricetta base passo per passo.

La pasta frolla, di norma si fa con tantissimo burro, ma dal momento che avevo solo 125 grammi, la mia ricetta è un po' light (certo 125 grammi sono tanti, ma la ricetta originale ne voleva 250 gr!).
Il segreto di una buona pasta frolla è quella di seguire le istruzioni e le dosi passo per passo, o in caso di modifica di tenere sempre a mente le proporzioni delle dosi.

Ingredienti per la pasta frolla:
  • 125 gr. di burro
  • 125 gr di zucchero
  • 250 gr di farina
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina di vanillina. 

Gli ingredienti per la crema al cioccolato:
  • 1/2 litro d'acqua
  • 1 uovo intero più 2 tuorli d' uova medi.
  • 100 gr. di zucchero
  • 50 grammi di farina
  • 50gr di cioccolata al latte
  • 50 gr di cioccolata fondente

Prendete il burro che deve essere ammorbidito e non sciolto con il calore, lavoratelo con lo zucchero (potete usare le mani o un cucchiaio), aggiungete l'uovo e mescolate accuratamente. 
E' il momento  della vanillina, del pizzico di sale e della farina,che avremmo prima setacciato accuratamente e una volta messo tutto nel composto, iniziate a impastare fino a formare una palla.
Mettete una pellicola sul contenitore e lasciate in frigo a riposare per almeno 20 minuti.
Io ad esempio l'ho lasciato riposare il tutto per una notte.


Mentre la pasta riposa, prepariamo la crema:

In un tegame, unite lo zucchero con i tuorli, la farina setacciata e poco per volta l'acqua e la cioccolata tagliata a pezzettini.
Cucinate il tutto a fuoco basso e mescolate senza fermarvi fino ad ottenere la consistenza desiderata.


Passato il tempo necessario in frigo, prendete una teglia e foderatela con la carta forno.
Ricordate di tenere da parte un pezzo d'impasto per effettuare la decorazione.
Stendete la pasta su un piano cospargendo per bene di farina e lavorate l'impasto velocemente, o con il calore del mattarello si appiccicherà nuovamente. Stendete per un mezzo cm fino a formare un bel cerchio.
Inserite la pasta sulla teglia e versate la crema fredda.
Fate delle striscioline con la pasta frolla, e create una griglia.
Infornate il tutto per 35 minuti a 180°.

Il risultato sarà una crostata dalla crema non dura, ma di una consistenza morbida e dal sapore delicato.



lunedì 23 settembre 2013

Progetto punto croce

In questo periodo mi sono dedicata al mondo del punto croce e voglio presentarvi il mio nuovo progetto. Il suo utilizzo finale è ancora un segreto, ma intanto posto tutti i passaggi del ricamo...
Per il momento lo schema è abbastanza facile e divertente.
Mi manca l'ultima parte più decorativa ed ha bisogno di maggiori attenzioni.
Fatemi sapere cosa ne pensate!

lunedì 26 agosto 2013

Torta Nua senza latticini

Questa torta è pensata per chi non può mangiare latticini.

Ingredienti per la torta:

  • 200 grammi di farina
  • 180 grammi di zucchero
  • 4 uova
  • Un bicchiere di olio di semi
  • Una bustina di lievito

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 1/2 litro d'acqua
  • una buccia di limone
  • 4 tuorli d' uova medi
  • 100 gr. di zucchero
  • 50 grammi di farina


Per la crema al cioccolato:

  • 50 gr. di cioccolato fondente
  • 50 gr. di cioccolato al latte


La prima cosa da fare sono le creme, questo per ottimizzare i tempi, dal momento che devono raffreddare.
Per la crema pasticcera prendete mezzo litro di acqua e lasciate bollire con la buccia grattugiata di un limone, fino a quando l'acqua non è diventata gialla.
Togliete le bucce e lasciate raffreddare.
Prendete 4 tuorli d'uova e unite allo zucchero e mescolate per bene. Unite ora la farina e l'acqua.
Inserite il composto in un pentolino e accendete a fiamma bassa, girate  sempre nello stesso senso fino a quando la densità è quella giusta.
Il segreto della crema pasticcera è quello di non fermarsi mai di girare il composto.
Spegnete tutto e lasciate raffreddare.

Per la crema al cioccolato, fatelo sciogliere a bagnomaria.

Ora prendete la crema  e dividetela in due parti, in una delle due unite la cioccolata e girate fino a quando il tutto sia diventato una crema omogenea.

Ora passiamo alla torta:

Separate i tuorli dall'albume in due ciotole diverse.
Montate a neve l'albume e lasciate riposare, intanto unite ai tuorli la farina e amalgamate bene, unite la farina, un bicchiere di olio di semi e infine il lievito.
Con un cucchiaio di legno o un lecca pentole e unite l'albume montato a neve alla torta.

Versate il tutto in una pentola foderata con carta forno e con un cucchiaio prendete le due creme e versate  sulla torta senza un ordine preciso, il bello di questa torta è proprio la casualità della crema.

Infornate il tutto a 180° per 30 minuti.

Consiglio: Se la torta diventa scura in alto, basta mettere un foglio di alluminio per evitare che si bruci ulteriormente.








domenica 11 agosto 2013

Montare un piedino taglia e cuci Singer

Ho finalmente comprato il mio piedino tagliacuci, l'ho trovato in un comune negozio di elettrodomestici a 20€, originale della Singer, per una volta posso dire che è convenuto a comprarlo in negozio che on-line!

Felice del mio acquisto ho aperto il pacchetto, e leggendo le istruzioni sono andata in panico.
L'aramaico antico ha più senso.
Dal momento che on-line non si trova nulla, se non le spiegazioni dell'altro tipo di piedino, vi mostro come si monta.

  • Per prima cosa, tutto va fatto con macchina da cucire spenta.
  • Svitate solo il piedino base, e lasciate l'ago con il filo attaccato.
  • Spostate l'ago a destra, mettete l'opzione zigzag e il punto del filo deve essere tra il 2-3. Questa procedura è fondamentale o potrete sfasare la macchina da cucire (e sono tanti soldi di riparazione!):

  • Ora bisogna montare il piedino, e più che spiegarlo, faccio prima a mostrarvi le foto ;)
Visto dal davanti:

Visto da sinistra:



Parte destra:
  • Fatto ciò, prendete la stoffa, fate un taglio di 2cm:
  • Inserite il lembo da tagliare sopra la taglierina, e la parte da cucire sotto:



  •  Il risultato sarà questo: 


 Ovviamente, bisogna fare un po' di pratica e cercare di fare prima una linea guida sul tessuto, per evitare di andare a caso sulla stoffa :D

Le macchine da cucire compatibili con questo piedino sono le seguenti:

Singer : 1100, 1105, 1507, 1107, 1116, 1120, 1130, 2623, 2638, 3709, 3722, 3750, 3800, 3810, 3812, 3820, 3822, 3825, 3860, 6038, 6510, 6550, 7300, 7312, 7330, 7360, 7380, 7460, 7422, 7424, 7426, 7436, 7442, 7444,
Singer Simple 3232, Singer Simple 3221.
Confidence7462, Confidence 7463, Confidence 7464, Confidence 7465, Confidence 7466, Confidence 7467, Confidence 7468, Confidence 7469, Confidence7470, Confidence 7410
Singer Talent 3321, Talent 3323
Curvy 8763, Curvy 8770.
Quantum 9910, Quantum 9920, Quantum 9940.
FUTURA CE100, FUTURA CE150,FUTURA CE200,FUTURA CE250,FUTURA CE350, Futura XL400
2302, 2303, 2304, 2315, 2330, 2440, 2502, 2503, 2504, 2515, 2517, 2530, 3270, 3314, 3317, 3343.
Inspiration 4205,Inspiration 4206, Inspiration 4210, Inspiration 4212, Inspiration 4218, Inspiration 4220, Inspiration 4228 . ( SOLO PT200)
Tradition 2250, Tradition 2259, Tradition 2263, Tradition 2273 .
Singer Quantum Stylist 9960, Singer Quantum L500
4528, 4622, 4830, 5017, 5028, 5040, 5050, 5417C, 5430, 5430C, 5705, 5710, 57815, 57817, 57820, 57825, 5802, 5805, 5806, 5808, 5810, 5812, 5814, 5816, 5817, 5818, 5820, 5825, 5828, 5830, 5838, 6100, 6102, 6104, 6105, 6106, 6110, 6120, 6130, 6136, 6146, 6152, 6156, 6174, 6184, 6210, 6211, 6212, 6214, 6215, 6217, 6221, 7136, 7146, 7184, 7186, 7211, 7212, CG500, CG550, CG590, CM17, FM17, FM22, HD102, HD105, HD110 e SM14.

venerdì 26 luglio 2013

Da madre a figlia...

Da bambina passavo ore ad osservare mia madre che cuciva, quei grandi fogli di carta velina, quelle linee a matita colorata, le forbici dalle lame grandi che usava nel tagliare di netto gli strati di tessuto, tutti questi elementi mi hanno sempre affascinato.
Per non parlare dei fili colorati in ordine e i bottoni... centinaia di bottoni dentro una scatola che passavo ore a giocarci nell'osservarli, nelle loro sfaccettature, colori e dimensioni.
Osservarla nel realizzare un abito da una sola idea, mi ha sempre attirato e mi sono sempre chiesta che sensazione si provi nel dire la parola "finito" e indossarlo per una bella serata.

Da bambina perdevo ore ad osservare il suo libro di sartoria e mi chiedevo spesso il significato di quelle linee, di com'era possibile che delle linee messe in quel modo potessero costruire una manica...

Mia madre mi ha raccontato, che per lei è stato un onore ai suoi tempi (vi parlo degli anni '50-'60!), era un onore frequentare la scuola di sartoria, la scuola che frequentava era "La grand Chic" e sorrido nel notare che le costruzioni non cambiano.
A distanza di anni, mi ritrovo a guardare questo libro e custodirlo gelosamente...
I disegni sono splendidi!






giovedì 25 luglio 2013

Manichino sartoriale

In commercio esistono tantissimi tipi di manichini sartoriali.
Esistono quelli con taglie fisse e quelli regolabili.
Chi ama cucire, vede il manichino essenziale nel proprio lavoro, quando si cuce una taglia non propria, diventa molto più facile capire proporzioni ed eventuali modifiche.

Io mi sono fatta un regalo, prendendo un modello regolabile dalla taglia 40-46.
Devo dire che mi ha aiutato da subito, molti capi che avevo lasciato nella cesta dei "non lo terminerò mai" stanno pian pian finendo nella cesta "da stirare perchè finito". 

Io ho preso questo modello, si chiama Siera 150:
Permette di allargare sul seno, vita, bacino e collo.
La base è in alluminio e il corpo del manichino è in feltro, in modo da non far scivolare il capo.
Il prezzo che si trova on-line è sui 140€ e un consiglio che vi do è di richiedere una garanzia di almeno un anno.




lunedì 22 luglio 2013

Sfilata Miss Italia

Ieri si è tenuta a Lodi, le selezioni per Miss Italia.
L'evento prevedeva che le aspiranti Miss sfilassero oltre con i costumi da bagno, ecc... anche con capi disegnati dagli studenti del corso di moda che frequento.
Il mio abito l'ho progettato con un idea esplosa in un secondo, in fondo tutte le mie creazioni sono lampi di creatività, e non è un caso che sia sempre circondata da post-it, moleskine e foglietti svolazzanti ovunque.
Al corso non sono ancora arrivata agli abiti, e per me questa è una doppia soddisfazione, sia perchè ho progettato un cartamodello fuori dagli schemi che il mio cervello era abituato a fare e sia perchè per la prima volta ho realizzato un abito totalmente da sola, senza l'aiuto di nessuno.
Il capo è composto da un corpetto semplicissimo, e dalla gonna con infiniti fondopieghe (vi assicuro che sono impazzita nello stirarle), le bretelle, sono tre nastri del colore del vestito intrecciati tra loro, e il sottogonna e il cinturino è fatto di taffetà.
L'aspirante Miss è stata gentilissima e a dir poco brava, ha camminato lentamente, nessuna corsa dei 100 metri... così chi era presente per quei trenta secondi si è potuto godere il mio vestito.

Ma adesso basta parole, ed è ora di mostrare i fatti ;)






Alla prossima!

venerdì 12 luglio 2013

Porta forbici da ricamo

Ho abbandonato il blog per un po' di tempo, ma i motivi sono tanti, dal lavoro alla vita privata, ma oggi sono tornata presentandovi il progetto finito.
Ne avevo già parlato qui: "Il mio nuovo progetto"
Quando ho terminato il ricamo ho aspettato un po' per cercare la stoffa più adatta e un cotone a quadretti sul rosso scuro mi ha rapito il cuore!
Trovo che i colori siano dosati in modo giusto, mentre mi rendo conto che in futuro dovrò essere ancora più precisa, specie nelle cuciture.

Che ne dite?

Dettagli del ricamo:


giovedì 13 giugno 2013

Pan brioche salato

Avevo delle uova sode nel frigo fatte il giorno prima, e per evitare sprechi ho fatto questa treccia brioche ripiena.

Ingredienti:
* 500 grammi di farina
* 1 uovo
* mozzarella secca (io ho usato quella di bufala)
* Pancetta (ma va benissimo anche del prosciutto cotto)
* Lievito di birra in polvere
* 50 grammi di burro
* 250 ml di acqua
 * Sale quanto basta

Procedimento:
Ricordate che le uova devono essere a temperatura ambiente, l'ideale sarebbe toglierle dal frigo un paio di ore prima dal frigo.
Fate sciogliere il burro e lasciatelo raffreddare.
In una ciotola mettiamo la farina, fate la fontana e rompete l'uovo dentro.
Fate sciogliere il lievito in acqua tiepida (non calda) e versate il tutto nella ciotola.
Iniziate ad impastare e aggiungete il sale. Una volta che avrete ottenuto la consistenza giusta della pasta (non appiccicosa e non dura) coprite il tutto con un panno e lasciate che lieviti per due ore.

Trascorse le due ore prendete l'impasto e stendete il tutto su un piano liscio, dividete il rettangolo in tre parti.

Tagliate a cubetti o striscioline la mozzarella, le uova sode e la pancetta e mettete il composto su ogni striscia.
Chiudete ogni striscia intorno a se stessa da formare tre nastri. Fate una treccia.
Mettete il tutto in una teglia forno e lasciate riposare per un altra ora.
Infornate il tutto per 30 minuti a 180°.